mobile logo


featured image

Diritti a Todi continua…

Partecipazione, osmosi, contaminazioni: partiamo così, oggi, per raccontarvi quello che è successo ieri a Todi, all’Human Rights International Film Festival.

La giornata è partita con le proiezioni dei corti “Love” di Sophie Chamoux dalla Francia, “Cuerdas” di Pedro Solis Garcia dalla Spagna, “The world in my dreams” di Anusha Srinivasan dall’India e per la sezione lungometraggi “Dancing Resistambul” di Claudia Carolina Munch anteprima italiana e “No man is an island” di Tim De Keersmaecker, produzione belga, anch’essa anteprima europea.

festival.diritti-a-todi-2017

Tra un film e l’altro, è giunta a Todi la compagine di Own Air, con Lorenzo Borrelli, Agostino Santacroce e Giuseppe Principe.

own-air-festival-diritti-a-todi-

Alla Biblioteca Comunale Lorenzo Leoni, è stata ospite del festival Anna Cherubini scrittrice, autrice televisiva e sceneggiatrice di fiction italiane che, con Fabiola Bernardini, ha raccontato al pubblico la genesi del suo libro “L’amore vero”, una grande saga familiare e insieme una riflessione sul senso della vita.

anna-cherubini-festival-diritti-a-todi-

Quest’edizione, come avevamo anticipato qui, vuole raccontare i diritti umani da diversi punti di vista e attraverso forme espressive altre rispetto al documentario sociale e sicuramente, quindi, non poteva mancare la rappresentazione teatrale tra le arti performative. Nel pomeriggio, grazie alla collaborazione di Cittadinanzattiva Onlus, al Teatro Comunale si è tenuto il convegno dal titolo “Cultura dei diritti, arte e teatro in carcere”, un momento di approfondimento sul valore della rieducazione del detenuto attraverso l’arte e il teatro nelle carceri.

cittadinanzattiva-onlus-festival.diritti-a-todi

A seguire, la straordinaria performance della Compagnia Stabile Assai del carcere di Rebibbia di Roma ha portato sul palcoscenico lo spettacolo dal titolo “Scusa si so nato pazzo” con la regia di Antonio Turco, che ha raccontato il tema della follia e delle difficili condizioni psicologiche nelle carceri attraverso i monologhi scritti e interpretati dagli stessi detenuti.

compagnia-stabile.assai-rebibia-festival-diritti-todi-

La serata si è poi conclusa al Cinema Jacopone con due docu-film fuori concorso: “Ju Tarramutu” di Paolo Pisanelli, in collaborazione con la Festa del Cinema del Reale di Lecce e “Due euro l’ora” di Andrea D’Ambrosio, direttamente dal MoliseCinema.

festival-diritti-a-todi-2017

La serata si è conclusa, ancora una volta. allo Spazio espositivo Uno nell’Unico, dove ci hanno raggiunti gli ospiti e i registi arrivati durante la giornata e con i quali ci siamo intrattenuti in una piacevole degustazione animata dalle musiche di Pierlugi Virelli ed Erica Biscarini. 

Festival-diritti-a-todi-2017

 

By Sara Bitonti

Laureata a Roma in cooperazione internazionale si è specializzata a Milano in Digital Marketing e Social media marketing, con una parentesi a Bruxelles nella progettazione a valere sui Fondi europei. Per diversi anni nel volontariato sociale in Italia e all'estero, appassionata di sviluppo locale e innovazione sociale.

Tagged With

No Comments

Please use the form to leave a comment

Leave a comment.